venerdì 12 maggio 2017

MEHNDY

ALLA FESTA DI SAN CATALDO, GIROVAGANDO TRA I GAZEBO, HO SCOVATO QUALCOSA CHE HA ATTRATTO LA MIA ATTENZIONE, I MEHNDY, ANTICA ARTE INDIANA DI DECORAZIONE DEL CORPO CON L'HENNE', NON HO RESISTITO, COSì NE HO SCELTO UNO E CIRA SOLITO, ARTEFICE DI TALE ARTE, HA TRASPORTATO IL DISEGNO SULLA MIA MANO, GRAZIE CIRA, DURERà POCO PERCHE' I LAVAGGI LEVERANNO VIA DALLA PELLE QUANTO HAI REALIZZATO, MA INTANTO MI GODO LA TUA PICCOLA OPERA D'ARTE...in basso il tuo disegno sulla mia mano!



sabato 18 marzo 2017

SORRISI E RISATE

 DOMANI 19 MARZO, HO SENTITO ALLA RADIO, è LA GIORNATA MONDIALE DELLA FELICITA'-esco in strada e trovo questo gruppo di "abbracciatori" che regala sorrisi
nulla di meglio per iniziare la giornata, e per proseguire bene, due risate con la simpatia napoletana...

martedì 28 febbraio 2017

NICCOLO' FABI



 All'Auditorium Tarentum arriva Niccolo' FABI                                            
 HANNO VINTO LE POLVERI SOTTILI
HA PERSO LA CITTA'
HA PERSO UN SOGNO...
i versi di una sua canzone che ben si adattano a Taranto
ma poi speriamo che i sogni rinascano


un mio piccolo ritratto omaggio al grande cantante...

domenica 26 febbraio 2017

E il 25 sera

PRESENTAZIONE ALL'IMPRONTA DE IL MIO MANDALA, CON L'AMICO SCRITTORE DANIELE NINFOLE 
TRA GLI AMICI ANCHE L'
ARTISTA MARTINA ROBERTO LE CUI OPERE ERANO  IN GALLERIA CON LA MOSTRA BLACK ROAD DA ME PRESENTATA IL 23... Questa una sua installazione



Giornata intensa il 25 febbraio!

Al corteo per reclamare giustizia per Taranto, che sia senza più veleni che causano morti e malattie, eravamo in tanti, al mattino, anche sotto la pioggia, operai studenti medici bambini, genitori con carrozzini, associazioni,insieme a chiedere che dal fumaiolo incriminato non escano più veleni...e c'era anche Heidi, il bel cane lupo di Annapaola e Cisco, sotto lo striscione di Amnesty!Aria pulita per tutti, sembra dire, animali compresi. Al termine del corteo il comignolo di cartone è stato abbattuto per essere sostituito con un albero di olivo







martedì 21 febbraio 2017

LA GIOCOLIERA

una bellissima foto di ANTONIO NAPOLI, sensibile fotografo di cui ho rintracciato questa immagine, per rappresentare la mia poesia
          LA GIOCOLIERA
                  Sul trapezio
                                                                     piroetta
                                                                          lesta
                                                                        leggera
                                                                    la giocoliera,
                                                                        s’inarca
                                                                 si stende
                                                                 si snoda
                                                              sorride alla luna
                                                                  a testa in giù,
                                                               lancia una piuma
                                                                    sospesa nel nulla
                                                             volteggia nell’aria
                                                                     sgambetta  sinuosa
                                                                     e civetta alle stelle,
                                                           s’arrotola in fasce
                                                      e mima nel vento
                                                                 poi vola su in alto
                                                               fino al firmamento,
                                                                      disegna un arco
                                                            s’avvolge si srotola
                                                                si lascia cadere
                                                                     ondeggia nel vuoto
                                                   fa una sforbiciata.
                                                            La gente la guarda
                                                              in silenzio corale
                                                                  la osserva ammirata
                                                                 col naso all’insù,
                                                                    in aria  svaniscono
                                                                  con lei, lievi,
                                                                              tutti i pensieri
dalla silloge IL MIO MANDALA

ISTITUTO ARISTOSSENO TARANTO-PROGETTO AMICO LIBRO

Che emozione stare con i ragazzi, attenti e interessati, e che belle persone le prof e il poeta Fabio De Cuia!

La cosa più bella, comunque, è stato scoprire quanti giovani studenti scrivano poesie, tutti loro me le hanno affidate per una lettura e ho promesso che lo farò molto volentieri aggiungendo solo un breve commento al loro contenuto-posterò dopo qualche rigo delle loro poesie, a presto ragazzi, è stato un piacere avervi incontrato!